Informativa

In questo sito utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, cookie di terze parti anche per altre finalità.
Cliccando su 'Accetta' acconsenti alla memorizzazione dei cookie sul tuo dispositivo.
Cliccando su 'Rifiuta' autorizzi esclusivamente i cookies con finalità tecniche, tuttavia in questo caso alcune funzionalità del sito potrebbero non essere disponibili.

Accetta
Rifiuta
Scopri di più e personalizza

Ritratto di Camillo Albertani. MARTINELLI, Elio.

  • Ritratto di Camillo Albertani.
  • Ritratto di Camillo Albertani.
450.00 €
MARTINELLI, Elio.
Ritratto di Camillo Albertani.
Spedizione
Disponibile
Ritiro in negozio
Disponibile
  • CODICE PRODOTTO: 56653

  • Autore:
    MARTINELLI, Elio.
  • Titolo:
    Ritratto di Camillo Albertani.
  • Casa Editrice:
  • Anno:
    1978.
  • Stato di Conservazione:
    Buono, ordinari segni d'uso e del tempo.
  • Descrizione fisica:
    Olio su tela di cm 40x50 (dimensioni tela) e con cornice cm 57x68 (circa).
  • Note:
    Elio Martinelli (1891-1967) eccellente pittore trentino, molto apprezzato in vita, per anni dimenticato è nato a Chizzola d'Ala, Martinelli ebbe la possibilità di studiare presso le grandi accademie di Monaco, Praga, Milano e Venezia, acquisendo non solo tecnica ma anche aprendo i propri orizzonti. Nei primi del Novecento si trasferì con la famiglia a Rovereto, dove si iscrisse alla Scuola reale Elisabettina e dove in seguito aprì uno studio nella centrale via Dante. Non aderì mai alle avanguardie. "Egli non ammetteva come valido il linguaggio non dico astrattista ma nemmeno quello di Van Gogh, di Cézanne, di Picasso", scrive il pittore Elmo Ambrosi, che conobbe Martinelli nel 1930 e andava spesso a trovarlo nel suo studio. Guardava agli artisti "tradizionali" ai grandi del Cinquecento e a Tiepolo, nel ritrarre paesaggi locali, scorci cittadini, nudi femminili, ritratti e nature morte."<br>Ma è soprattutto negli auto-ritratti che dimostra una grande introspezione psicologica. E' ricordato come un uomo gentile, schivo, generoso, buono. Maestro e amico di Diego Costa fu lui a convincerlo ad abbandonare l'acquarello per passare alla pittura ad olio per poter rendere al meglio i paesaggi innevati. Diego Costa divenne famoso proprio per questi paesaggi, ma stando a studi recenti di Scudiero fu Martinelli ad influire sul Costa e non viceversa come si era sempre pensato; così come per un altro pittore, Luigi Vicentini. Al retro etichetta di catalogazione con indicazione dell'opera. Mancanze alla cornice."<br>"<br>

Avvisami quando disponibile

Quando questo prodotto sarà nuovamente disponibile inviami un promemoria al seguente indirizzo email :



Registrazione eseguita

Ti verrà inviato una segnalazione non appena il prodotto sarà nuovamente disponibile.